Camminare sulle scale mobili non fa risparmiare tempo

recenti_studi_scalemobili

Capita a volte, quando si è veramente di fretta, di camminare sulle scale mobili per fare prima. Ma un recente studio rivela che forse è tutta fatica sprecata. Alcuni ingegneri della metropolitana londinese hanno mandato un team nella stazione di Holborn per incoraggiare la gente a rimanere ferma sulle scali mobili: sorpassi vietati.

In tal modo più persone salgono contemporaneamente le scale, mentre i movimenti a destra e sinistra creano disordine e riducono lo spazio disponibile. I dati sono interessanti: con soprasso sulla sinistra, la stazione riesce a trasportare 12.745 passeggeri dalle 8h 30 alle 9h 30. Se rimangono tutti immobili, le persone trasportate salgono a 16.220.

Resta il fatto che, secondo la scienza, sia molto meglio fare la scale normali che quelle mobili. Ma come convincere i pedoni a muoversi di più? Secondo i ricercatori della Peking University e della Concordia University basta che le scale “normali” siano molto, molto lontane da quelle mobili o dagli ascensori. In pratica aumentando la distanza tra una scala normale e una mobile del 100% si influisce del 71% nella variazione di scelta delle persone in salita e del 21% in discesa. Chiaramente sulle scale normali bisogna evitare di stare fermi come sulle scale mobili.

Gianluigi Bonanomi

Classe 1975, giornalista professionista, saggista, docente e consulente aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *