Che cosa succede al naso quando dici una bugia?

recenti_studi_pinocchio

No, non si allunga il naso, ma il naso c’entra.

Un recente studio dell’Università di Granada ha confermato il “Pinocchio Effect”. In pratica ha stabilito che, quando mentiamo, i livelli di stress aumentano a tal punto che c’è un maggior afflusso di sangue nel cervello. Per questo la punta del naso diventa più calda, anche se solitamente è fredda (una delle parti più fredde del corpo). Questo è solo uno dei metodi per capire se qualcuno mente: gli altri sono più o meno risaputi; chi mente suda di più e ha un tono stridulo, ti fissa più intensamente o fissa il nulla, digrigna i denti, tende a nascondere la bocca o sorride in modo insolito. Ma non è finita: dal punto di vista verbale fornisce dettagli irrilevanti, ripete la domanda prima di rispondere, usa molte frasi fatte. E ancora: dispone i piedi verso l’uscita.

È anche vero che, per dirla con Pavese, l’arte di vivere è l’arte di saper credere alle menzogne”.

Gianluigi Bonanomi

Classe 1975, giornalista professionista, saggista, docente e consulente aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *