Leggere fa bene al cervello

recenti_studi_lettura

Il tuo professore delle superiori aveva ragione: leggere fa bene. Un (quasi) recente studio ha indagato su come reagisce il cervello alla lettura, nello specifico è stata fatta una risonanza magnetica a dei volontari che leggevano Jane Austin. Per curiosità, il romanzo era Mansfield Park.

Il risultato? La lettura, che fosse per piacere o analitica (a scopo di studio), portava un maggior flusso di sangue al cervello, con effetti benefici. Nel dettaglio  oltre alle aree legate al piacere, si attivavano anche quelle coinvolte nell’emozione e nell’immaginazione. Il tutto solo con la parola scritta.

Proprio Jane Austin disse: Una metà del mondo non riesce a capire i piaceri dell’altra metà. Forse parlava di lettori e non lettori.